martedì 21 gennaio 2014

commento su poesie di Andrea Leonelli a cura di Anna Cibotti


 


SELEZIONE COLPEVOLE- CONSUMANDO I GIORNI- PENOMBRE

Ho nella mia libreria tutti e tre questi libri.

Di questo poeta amo lo stile graffiante e istintivo.

I suoi versi sono immagini dell’anima, della coscienza, del dolore, dell’amore.

C’è tutta l’evoluzione dello stato emotivo che cresce, rallenta e poi tace.

E’ la pietra grezza naturale lavorata per diventare una gemma.

Non c’è l’artificio e la noia accademica, ma costruzione istintiva del sentire.

E’ come un prato incolto dove fare capriole in libertà e sentire l’odore dell’erba nella pelle.

Che dire di più?

Una sua poesia al giorno… toglie il “banale” di torno.

LA LACRIMA

Mi sento la lacrima

Dipinta

Sulla faccia di un Pierrot

Sospeso

Senza mai poter cadere.

Da “LA SELEZIONE COLPEVOLE”

Nessun commento:

Posta un commento